vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Servizi e strutture

Laboratori

 

Laboratorio di paleografia giuridica

Il laboratorio situato presso la sede di Ravenna, esegue indagini multispettrali dei documenti antichi (pergamene, incunaboli, codici, ecc.) ed è diretto dal Prof. Filippo Briguglio.

Il Laboratorio è in grado di provvedere alla lettura stratigrafica di documenti antichi quali, pergamene, incunaboli, codici ed ogni altro documento antico senza alterarne in alcun modo la struttura attuale.

I testi vengono riversati su supporto informatico e posti a disposizione degli studiosi per la lettura e l'interpretazione.

Il Laboratorio rivolge la sua attività prevalentemente ai progetti predisposti dai Docenti del Dipartimento a a progetti PRIN di cui il Dipartimento è parte. E' tuttavia in grado di svolgere lavori su committenza di enti di ricerca esterni all'Università o di altri Paesi.

Global Classroom

Il laboratorio è uno strumento di didattica avanzata. Consente il reperimento di materiali giuridici (normativi, giurisprudenziali e dottrinali) relativi a diversi ordinamenti, nonché la partecipazione alle iniziative di formazione a distanza promosse dalla Scuola in collaborazione con i docenti dell’area civilistica e di altre aree interessate. E' diretto della Prof.ssa Daniela Memmo.

Il laboratorio supporta le attività seminariali on-line in lingua inglese denominate "Global Classroom", svolte in collaborazione con l’ Hans Bredow Institut – Università di Amburgo e con Osgood Law School – Università di Toronto.

Il corso ha per oggetto l’analisi di problematiche giuridiche in un’ottica comparatistica e mediante un nuovo metodo d'insegnamento virtuale (chat session; forum permanenti; caricamento sul sito di documenti e materiale didattico).

La Global Classroom si inserisce all’interno di un sito internet, specificamente creato, con accesso limitato. La lingua di comunicazione è l'italiano.

Il laboratorio è inoltre  utilizzato quale sede di attività di alta formazione e di didattica post lauream destinata a dottorandi e docenti della Scuola, offrendo strumenti di lavoro per la trattazione e lo studio di tematiche di rilievo internazionale e di diritto comparato.
In particolare esso contribuisce a costituire il sistema delle risorse logistiche a disposizione per lo svolgimento dei corsi di dottorato di ricerca dell’area privatistica, valutato come elemento di eccellenza dal Nucleo di valutazione di Ateneo.

Ufficio sperimentazione didattica e ricerca scientifica

Responsabile: Prof. Giovanni Cimbalo
Addetti: Dott.ssa Federica Botti, Sig. Angelo Sellari

L’ufficio ha realizzato prodotti innovativi destinati all’insegnamento didattico, più in particolare blog finalizzati a favorire l’apprendimento ed il confronto tra gli studenti. Sono stati realizzati tre blog per le cattedre di Storia del Diritto Medievale e Moderno, Prof. Andrea Padovani, Diritto Ecclesiastico, Prof. Giovanni Cimbalo e Diritto Pubblico Comparato, Prof.ssa Silvia Bagni.

I blog realizzati offrono strumenti integrativi alla didattica tradizionale, funzionali per l’utenza sia come archivi, sia come punto d’incontro e di condivisione di opinioni su argomenti trattati a lezione. La scelta della piattaforma è stata vincolata alla sua elasticità e alla possibilità di personalizzare i singoli progetti, anche attraverso moduli quali temi, plugin e funzionalità accessorie.

Per altre cattedre interessate ad integrare strumenti analoghi all'insegnamento, l’"Ufficio di sperimentazione didattica e ricerca scientifica" si rende disponibile alla pianificazione del progetto e la conseguente realizzazione.
L’ufficio utilizza esperienze sviluppate negli anni come la realizzazione di learning object su progetto finanziato dall’Università di Bologna e e la messa a punto di sistemi per l’erogazione di attività didattiche interdisciplinari in collaborazione con la Universidad de País Vasco e la Universidad de Navarra, utilizzando la piattaforma DIADI VIPS. Questi seminari sono stati svolti su tematiche specifiche articolate in 12 lezioni di 2 ore, la metà delle quali in lingua italiana e l’altra metà in lingua spagnola. Ogni lezione è stata svolta da 3 docenti, studiosi di discipline tra loro diverse, applicando i principi dell’interdisciplinarietà e della comparazione.
Il metodo Diadi è stato adottato tra l’altro dalle suddette Università spagnole per le attività di E-Learning con la Universidad de Cartagena de India (Colombia).

Questi compiti sono oggi integrati dalla gestione delle attività del Co.I.S. (Consorzio Interuniversitario Siti Web), al quale l’Università di Bologna aderisce e in particolare, dalla gestione del portale licodu.cois.it. Le attività del Co.I.S. riguardano la costruzione di una rete internazionale di rapporti, la messa a punto di progetti di ricerca e i rapporti con le istituzioni italiane ed estere.